l’incipit di Fin de Siècle. Il ritorno di Jack di Carragh Sheridan

Buona serata amici e siamo ancora in attesa di conoscere Mister Fox, protagonista del nuovo romanzo della mia saga vittoriana Fin de Siècle ❤️❤️❤️ Fin de Siècle. Il ritorno di Jack, uno spin-off della saga ma romance autoconclusivo, ma nell’attesa ecco l’incipit…


Miss Carpenter spalancò le persiane della finestra del soggiorno, al pian terreno della sua grande casa, che si affacciava direttamente sulla strada rumorosa e polverosa, già in piena attività. Alzò gli occhi nocciola verso il cielo plumbeo di Londra e dovette constatare che l’estate ormai era al termine come entro pochi anni avrebbe raggiunto il suo termine anche quel diciannovesimo secolo che lei aveva avuto la fortuna di vivere per buona parte.

Victoria Carpenter si ravviò i capelli grigi raccolti rigidamente in una crocchia sulla nuca mentre l’orgia di odori per lo più sgradevoli che invadevano le strade di Londra entrava prepotente anche nella casa silenziosa. Tanto prepotentemente da costringerla a chiudere di nuovo le persiane, non sopportava che quegli odori impregnassero ogni cosa, dai pesanti tendaggi, ai tappeti o il velluto che ricopriva i divani e le poltrone. Sarebbe rimasto sotto il suo naso per un tempo insopportabilmente lungo.

Viveva in quella grande casa al numero sette di Shell Street da quando era nata. Prima con i suoi genitori poi, una volta morti entrambi, con la sola compagnia dei suoi rimpianti e delle sue rigide convinzioni morali.

Non si era mai sposata e non aveva né fratelli, né sorelle, aveva solamente una lontana cugina che viveva dall’altra parte del paese e con la quale non aveva praticamente mai avuto rapporti di alcun genere, né di parentela né amicali. Ed era stato allora, quando era rimasta sola e le difficoltà economiche avevano cominciato a farsi sentire che aveva preso quella decisione, affittare alcune delle stanze di cui era dotata la casa.

Lo aveva fatto a malincuore, come estrema ratio, perché la situazione lo aveva davvero imposto considerando che miss Carpenter non aveva mai avuto una vita sociale, né intensa né poco intensa, a dire il vero non aveva mai amato avere persone intorno, tanto meno avere estranei che circolassero per la sua casa. Ma, come si suol dire, di necessità aveva fatto virtù, o meglio a cattivo gioco aveva dovuto fare per forza buon viso e si era ritrovata ad affittare alcune delle stanze della grande casa che i suoi genitori le avevano lasciato in eredità. Nemmeno il dover aprire la sua casa ad estranei in cambio di una pigione, però, aveva scalfito il suo orgoglio di essere londinese da generazioni e di portare il nome della sua amatissima regina.

Si comportava con la dignità di una nobiltà che non aveva mai posseduto ma che le regalava l’illusione di essere una persona speciale. Così, più per necessità che per piacere o solitudine, aveva deciso di riservare per sé le stanze al pian terreno della casa e le quattro stanze da letto del primo piano in affitto agli inquilini che si erano susseguiti in tanti anni.

In quel momento la casa ospitava solamente tre inquilini. Cosa che non giovava alle finanze di miss Carpenter, il mantenimento di quella casa e dei domestici, anche se in numero limitato al minimo indispensabile, era un impegno notevole ormai. Miss Irene Baker, giovane maestra che si era trasferita a Londra da soli due anni per occupare un posto di insegnante.

In un primo momento miss Carpenter aveva rifiutato di affittarle la stanza perché nella casa alloggiavano anche due uomini e trovava indecoroso che una ragazza nubile potesse dividere l’alloggio con due scapoli. Senza considerare che non aveva nessuna intenzione di dare adito a pettegolezzi che sicuramente avrebbero intaccato la sua immagine e la comprovata moralità della sua abitazione. Infine però aveva ceduto alle insistenze di miss Baker che non aveva altro posto dove andare. Ovviamente aveva ceduto raggiungendo un compromesso con la ragazza.


I quattro libri della prima quadrilogia della saga Fin de Siècle sono disponibili su Amazon sia in volumi singoli che in cofanetto (anche in lettura gratuita con abbonamento KindleUnlimited)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...