LA Recensione di Ileana Aprea (Libri&co blog)

Benvenuti cari amici e lettori di Libridalsalotto, oggi per il progetto Diamoci 1 mano abbiamo ospite la scrittrice Monique Vane che ci ha concesso la sua disponibilità e ha risposto a qualche domanda della nostra Ileana Aprea (Libri&co blog).

Ciao Monique, prima di tutto parlaci un po’ di te. Cosa fai di bello nella vita? E quali sono le tue passioni ed i tuoi interessi?

Ciao e grazie per avermi ospitata, sono un’autrice Milanese, ma che abita al sud da diverso tempo ho ventisette anni e ho iniziato a buttarmi nella scrittura da due anni. Ad oggi sono al sesto libro che uscirà tra poco, spero presto.  Amo molto la lettura, la musica, l’aria aperta e lo sport. Mi piace sperimentare, conoscere cose nuove e abbattere i limiti della confort zone che mi impongo nella vita.

Parlami un po’ del titolo, come mai “Dirty Smile”?

Dirty smile non era il titolo principale, all’inizio ne avevo un altro in mente, ma poi andando avanti con la stesura del romanzo, ho pensato di dover dare il titolo a Jack, il protagonista. Il suo sorriso è qualcosa di sporco e allo stesso tempo irresistibile, per questo Dirty smile. Ovviamente grazie alla mia editor abbiamo trovato un giusto compromesso, ed eccolo qui.

Quali sono gli argomenti per te fondamentali, che tratti nel tuo romanzo?

Ce ne sono diversi, ogni personaggio è contorto, ma cerco di rendere il carattere lineare, in modo che possa arrivare al lettore. Tratto il tema dell’amore come argomento principale, ma l’amore ha diverse sfaccettature, non è mai solo un elemento, ma diversi. C’è l’amore passionale, l’amore tra genitori, l’amore tra amici. Mi piace giostrare questo sentimento su più punti di vista.

Quanto la realtà ha inciso nel tuo modo di scrivere? E quanto c’è dei tuoi personaggi in te e di te nei tuoi personaggi?

La realtà è sempre fonte di ispirazione, ovviamente si parte sempre da una base che si conosce, oltre a fare diverse ricerche che portano alla caratterizzazione dell’argomento. Di me c’è tanto nei personaggi, credo che in ogni storia uno scrittore metta sempre un po’ di sé.

Cosa pensi della scrittura come valore testimoniale? E quale messaggio vuoi mandare ai lettori?

Penso che la scrittura sia un grande valore. La testimonianza delle parole è fortissima, ma deve essere usata bene. Ovviamente nei romance c’è sempre un po’ di fantasia, i romanzi ti portano a viaggiare con la mente e a vivere realtà diverse. I messaggi che ci sono nei miei romanzi sono: amare e credere nel sentimento dell’amore, vivere con pazienza che se un amore deve essere, troverà la sua foce. Vivere cercando di essere sé stessi, nel bene e nel male, perché dietro ogni comportamento c’è sempre una spiegazione. E se a volte i miei personaggi possono essere odiosi, hanno sempre un motivo che li spinge ad esserlo e alla fine vengono amati.

A conclusione dell’ esperienza che ha partorito il libro ” Dirty Smile”, ci c’è un episodio particolare he ricordi con piacere? Se si, ti va’ di raccontarlo?

L’episodio che ricordo con il sorriso sulle labbra è la matita che utilizza Jack in modo inconsueto con Stella. Al lettore è arrivata ed è piaciuta e ad oggi posso dire di aver trovato una parte divertente e che il lettore ricorderà con simpatia.

Quali sono le tue fonti di ispirazione: altri autori che ritieni fondamentali nella tua formazione culturale?

Ogni cosa è fonte d’ispirazione, cerco di tenermi sempre aggiornata anche con i fatti di cronaca. Mi piace leggere ed ho autori che porto nel cuore e altri che invece hanno lasciato un segno indelebile.

Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato il tuo modo di scrivere?

Sono stata una musicista e una cantante, nel mio percorso queste due passioni mi hanno dato la carica giusta per proseguire questo cammino chiamato scrittura. Come ho già detto la musica è un mondo che mi trascina al suo interno e mi fa sognare, prendo molto spunto dai testi o dalle emozioni che mi suscita una canzone.

Il mio modo di scrivere è influenzato da quello che sono, ricordo un evento avvenuto all’esame di stato. Per tutto il periodo dell’anno il professore d’italiano non riusciva a darmi più della sufficienza nei temi, ma poi è arrivato Canova e ha ribaltato il mio modo di pensare e agire attraverso la scrittura.

Ovviamente non sono ai suoi livelli, ma mi ha sempre affascinato il suo modo di trattare determinati argomenti e andare a fondo nei sentimenti, con l’obiettivo di smuovere l’anima delle persone.

Oltre a quello trattato nel tuo libro, quali altri generi letterari prediligi?

Il romance è la mia casa, ma anche i thriller e le storie vere mi portano a conoscere meglio altri generi e ad ampliare la lettura, come anche i grandi classici.

Preferisci il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?

Leggo tanto, quindi prediligo il kindle per questione di peso e di spazio, però se un libro mi ha conquistata compro il cartaceo.

Per concludere, qual è stato il tuo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro?

Mi sono divertita, con Jack è stato spassoso. Ogni capitolo è stato un affronto alla sua sfacciataggine oltre a scavare nell’animo del protagonista maschile, entrambi hanno un passato che li definisce nel loro presente, ma non perdono il sorriso e cercano di vivere a pieno la loro vita.


Scopri tutto su questo libro



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...