Articolo a cura di Francesca Ghiribelli (L’angolo delle muse – Servizi Editoriali)

Buongiorno amici e ben ritrovati nella nostra rubrica Suggerimenti per scrittori dove oggi, insieme alla nostra collaboratrice Francesca Ghiribelli, con piccoli consigli e suggerimenti cercheremo di capire meglio come lavorare a un testo… e precisamente con lei oggi analizzeremo in breve l’accurato lavoro di editor.

Sottolineare le differenze tra editing e correzione di bozze

Analizziamo l’editing

L’editing è un parere esterno imparziale che l’editor dà come lettore professionale comunicando fin da subito la valutazione dell’intero manoscritto. Si analizzano trama, personaggi, genere, scene, dialoghi e tutto ciò che riguarda la lingua italiana, quindi sintassi, stile, struttura dei periodi e lessico. L’editor fa anche schede di valutazione a pagamento e, se è davvero professionale e incontra un romanzo che non vale la pubblicazione, perché magari troppo acerbo o troppo pieno di errori da tutti i punti di vista della lingua italiana, sceglie di non lavorare sul testo e di consigliare l’autore per continuare a lavorarci da solo migliorandolo e poi magari tornare a rivolgersi a lui come editor con un testo più maturo. Se invece, il testo merita e l’editor sceglie di lavorare sul testo migliorandolo grazie alla sua professionalità significa eliminarne le brutture a livello contenutistico e stilistico. L’editor rivede l’intero manoscritto: nel caso punto di vista narrativo può scrivere consigli sulle scene, optare per delle descrizioni più approfondite, ad esempio, su ambientazioni o personaggi oppure sostituirle con dei dialoghi o addirittura rendere più chiare le battute del botta e risposta, eliminare personaggi inutili o valorizzarli, se poco approfonditi, snellire trame troppo lunghe o complicate rendendole più scorrevoli facendo anche in modo che alcuni romanzi non siano esageratamente e superficialmente lunghi. In casi come generi di saggistica l’editor controlla le fonti degli argomenti trattati, analizza che l’esposizione delle tematiche trattate sia fluida e comprensibile. Insomma, un lavoro che dapprima si presenta come un puzzle a incastri per far quadrare la trama, scene e personaggi e, infine, richiede anche il mestiere del sarto una sorta di “taglia e cuci” per far in modo che il testo indossi un abito su misura per essere auto pubblicato o pubblicato da un editore.

E anche per oggi la nostra Francesca ci saluta ma tornerà presto con nuovi interessanti consigli e suggerimenti per aiutare tutti gli scrittori a migliorare i loro testi.

Se siete autori emergenti che volete approfondire il discorso o rivolgervi a Francesca Ghiribelli per usufruire dei suoi servizi come editor o correttrice di bozze visionate la Sua pagina dove troverete tutti i riferimenti per poterla contattare.

Per qualsiasi informazione o domanda potete commentare questo articolo o compilare il modulo:



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...