Segnalazioni. Ali sporche di Ferdinando Balzarro (Brè Edizioni)

Segnalazioni. Ali sporche di Ferdinando Balzarro (Brè Edizioni)

Genere: fantasy – Pagg. 148 – Editore: Brè Edizioni

Di cosa parla il libro…

E se Dio fosse arrabbiato con l’umanità? Se Dio si fosse stancato degli uomini, guerrafondai, inquinatori, devastatori del pianeta Terra, assassini, truffatori, delinquenti? Magari potrebbe mandare sulla Terra un fidato angelo, che prese le sembianze di una splendida donna, si occupi di sistemare le cose con una curiosa strategia, incunearsi tra le pieghe dei difetti umani, seminare il male per raccogliere il bene. E se non funzionasse? Ragazzi, qui si rischia di fare danni anche peggiori! Siamo certi che Dio sia infallibile? Con una narrazione che parte da un fantasy surreale e divertente, perfino sexy, all’inizio, via via Ferdinando Balzarro scava nell’animo umano, viaggia dentro le miserie, gli orrori, i drammi della vita. Anche gli angeli possono soffrire come un essere umano, e allora sono guai.

L’autore…

Piacentino di nascita, Ferdinando Balzarro vive a Bologna. Laureato in scienze motorie, notissimo maestro di Karate, recordman mondiale di paracadutismo (Ubon, Thailandia, 1999). Scrittore, ha pubblicato numerosi romanzi e saggi conquistando: premio speciale Fucecchio con Il sangue e l’anima 2002, premio Carver con Punto Vitale 2005, Premio Marina Franca festival e Parolesia 2009 con Il secondogenito. Per ultimo La morte mi fa ridere 2020 Giovaneholden edizioni. La foto della biografia è di Giovanni Gori.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: