Lo sguardo e il destino

di Rino Fruttini

SINOSSI:

Il maggiore Lamberto riesce subito a distinguersi rispetto agli altri soldati. Dotato di carattere e di ingegno, è il soggetto ideale per entrare a far parte di un gruppo di intelligence. Siamo nel 1916 e la “Grande Guerra” infuria in Europa, costringendo migliaia di soldati a passare le giornate chiusi in trincea, pronti per combattere il nemico. Ma la prima missione di Lamberto è in un luogo lontano dagli echi della guerra, la Svizzera, una nazione all’apparenza neutrale dove in realtà si ordiscono trame e si incontrano spie di tutto il mondo. L'”operazione Zurigo” ha come fine di mettere sotto scacco tutta un’organizzazione di spie e fiancheggiatori stranieri operanti in Italia. Lamberto, tra le altre cose, riesce a entrare in possesso di documenti segreti che proverebbero la pianificazione di azioni contro l’esercito italiano. La seconda missione mostra invece da subito più di un problema. Lamberto è costretto a confrontarsi con agenti stranieri, deve guardarsi le spalle dai delatori, ma soprattutto convincere gli alti gradi dell’esercito che l'”operazione Carzano” in Valsugana può portare un sicuro vantaggio nella vittoria finale della guerra. In più ora c’è di mezzo Emma, una donna affascinante e pericolosa al tempo stesso. Costruito come una spy story piena di colpi di scena, il romanzo di Rino Fruttini trae ispirazione da una storia realmente accaduta, che restituisce al lettore tutto lo spirito e l’atmosfera di un tempo segnato sì dalle ferite della guerra ma accompagnato da un fervore intellettuale impareggiabile.

Editore: ‎ Gruppo Albatros – Il Filo

Pagine: 296

Lingua: italiano